Volkswagen e Ford ampliano la loro collaborazione globale - Industria

Paterniano Del Favero
Luglio 14, 2019

Ford e Volkswagen siglano una doppia alleanza per sviluppare le tecnologie del futuro: i motori elettrici e l'auto a guida autonoma.

Argo Ai è una divisione specializzata nello studio e realizzazione di nuove piattaforme tecnologiche di guida autonoma.

In questo modo, evidenziano i massimi dirigenti Ford e Gruppo VAG, in virtù della partnership la piattaforma self-driving di Argo AI "Sarà la prima ad avere programmi di diffusione commerciale in Europa e negli Stati Uniti", con in più il vantaggio di poter contare sulla presenza globale di entrambi i big player, condizione indicata come essenziale per avere a disposizione il potenziale di diffusione dei sistemi di guida autonoma più capillare "Rispetto ad ogni altra tecnologia self driving". Ciò agevola gli sforzi a livello globale per il raggiungimento degli obiettivi dell'Accordo di Parigi per il 2050. Ford ha dichiarato che prevede di consegnare oltre 600.000 veicoli basati su MEB in Europa per un periodo di sei anni e che un secondo EV per i clienti europei è "in discussione".

"Mentre Ford e il Gruppo Volkswagen rimangono indipendenti ed stremamente competitivi sul mercato, fare squadra e collaborare con Argo AI su questa importante tecnologia ci consente di ottenere capacità, scalabilità e diffusione geografica senza pari - ha affermato Jim Hackett - realizzare sinergie in questi ambiti ci permette di mostrare la forza della nostra alleanza globale nell'era dei veicoli intelligenti per un mondo intelligente". Nei prossimi tre anni il gruppo tedesco acquisirà anche 500 milioni di azioni della società di ricerca, facendovi confluire il proprio progetto di ricerca sul quale lavorano 200 dipendenti, a Monaco di Baviera. L'Ovale Blu investirà in Argo AI i rimanenti 600 milioni di dollari dallo stanziamento, precedentemente annunciato, di 1 miliardo di dollari.

Volkswagen ha investito $ 7 miliardi nella sua architettura MEB dal 2016.

Tra l'altro, Ford sarà il primo costruttore esterno ad utilizzare la MEB del Gruppo Volkswagen e l'architettura specifica per i veicoli elettrici per produrre un modello di volume a zero emissioni in Europa a partire dal 2023. Un maggiore dimensionamento produttivo della nostra piattaforma MEB riduce i costi di sviluppo per i veicoli a zero emissioni, e consente una diffusione globale e più rapida dei veicoli elettrici. "Ciò migliorerà le posizioni di entrambe le società attraverso una maggiore efficienza del capitale, un'ulteriore crescita e una maggiore competitività".

Ford e VW hanno già iniziato a collaborare nel settore dei veicoli commerciali e dei pickup di medie dimensioni nell'ambito del tentativo dell'industria automobilistica di ridefinire la produzione e l'impatto delle vendite in un quadro di normative più severe e mercati frammentati.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE