Navi iraniane tentano di sequestrare una petroliera britannica nello Stretto di Hormuz

Bruno Cirelli
Luglio 14, 2019

A seguito dell'attacco, funzionari Iraniani avevano usato bellicoso lingua intendere che la rappresaglia, culminata mercoledì con il Presidente Iraniano Hassan Rouhani avviso la gran Bretagna non ci sarebbe "conseguenze" per il sequestro della petroliera Iraniana.

Gli Stati Uniti hanno fatto sapere di volere creare una coalizione di Nazioni per difendere le petroliere in transito davanti alle acque dell'Iran e dello Yemen. Secondo l'intelligence americana, le navi iraniane sono della guardia rivoluzionaria iraniana e i britannici non si sarebbero limitati all'avvertimento verbale, scegliendo di puntare le loro armi contro la flotta iraniana. Lo riferisce l'agenzia Fars rilanciata dalla Reuters.

Al momento del passaggio della Heritage nello Stretto di Hormuz delle piccole imbarcazioni militari dei Pasdaran si sarebbero avvicinate intimando di fermarsi in acqua iraniane. La notizia è stata confermata dal governo di Londra, mentre i Pasdaran hanno respinto l'accusa.

"Siamo preoccupati per l'accaduto e continuiamo a sollecitare le autorità iraniane ad azioni di de-escalation nella regione". Le motivazioni che hanno spinto le forze del Regno Unito a tale gesto è che la nave fosse diretta presso la raffineria di Baniyas, proprietà di un ente che è soggetto a sanzioni da parte dell'Unione Europea verso la Siria.

Potrebbe interessarti: Donald Trump colpisce l'Ayatollah Khamenei.

Il capo di stato maggiore dell'esercito iraniano, il generale Mohammad Bagheri, ha dichiarato che il sequestro britannico non resterà senza risposta ma la Repubblica islamica ha negato di aver cercato di fermare British Heritage.

La petroliera britannica Heritage ha poi proseguito il suo viaggio normalmente. Solo a quel punto la situazione si è distesa.

Situato tra il Sultanato dell'Oman e la Repubblica Islamica di Iran, mette in connessione il Golfo Persico con il Golfo di Oman e, quindi, con il Mar Arabico e l'Oceano Indiano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE