Giro Rosa: festa Van der Breggen 'è molto bello vincere qui'

Rufina Vignone
Luglio 14, 2019

"La corsa si muove sul GPM di Forcella di Pala Barzana (2.cat.) dove allunga la Maglia Rosa di Annemiek Van Vleuten (Mitchelton-Scott) la quale guadagna anche 30" ma viene poi raggiunta prontamente dal gruppo.

"È stata una grande giornata di sport in cui Gemona, l'Alto Friuli e lo splendido approdo alla malga Montasio hanno fatto da scenario perfetto alla grinta di queste atlete che si sono misurate in una tappa durissima del Giro: il Friuli Venezia Giulia si conferma una meta d'eccellenza per il ciclismo, veicolo sempre più forte di attrazione turistica". Ho dato tutto e sono letteralmente morta. "Vedevo che nei metri finali era un po' in difficoltà e sono riuscita a batterla".

"E' molto bello vincere qui, ho cercato di mantenere un ritmo regolare senza andare a recuperare Annemiek", ha commentato Anna Van der Breggen. Resiste in Maglia Rosa Annemiek Van Vleuten, seguita in classifica generale da Anna Van der Breggen (Boels - Dolmans) e Katarzyna Niewiadoma (Canyon - SRAM). La vittoria di Van der Breggen non cambia comunque il giudizio complessivo sul Giro Rosa con Van Vleuten meritatamente prima in classifica: la campionessa del mondo l'ha riconosciuto dopo il traguardo e non possono esserci rimpianti per come era stata gestita la tappa del Lago di Cancano quando forse si iniziò a pensare alla lotta per il secondo posto già dall'inizio dell'ultima salita. Giunta più attardata, a completare il podio di giornata è la sudafricana Ashleigh Moolman (CCC-Liv), che inseguiva con un gruppettino di altre favorite, giunte poi alla spicciolata dopo l'azione decisiva delle due neerlandesi a sette chilometri dalla conclusione. "In quinta posizione a 1'57" ha chiuso la statunitense Katie Hall, poi a 2'51" sono arrivate Demi Vollering e Ane Santesteban, quindo ottavo posto a 2'53" per Erica Magnaldi e nono a 2'55" per Elisa Longo Borghini; ritardo di 3'10" per Lucinda Brand che ha pagato il tentativo iniziare di stare dietro ad Annemiek van Vleuten, mentre è finita a 3'31" la veneta Soraya Paladin.

Domani il 30° Giro Rosa Iccrea avrà il suo epilogo con la tappa conclusiva da San Vito al Tagliamento a Udine, con nel finale lo strappo in pavè del Castello. "Sale al settimo posto Soraya Paladin a 6'06" di ritardo dalla leader e si porta a soli 20 secondi dalla leadership della classifica delle migliori italiane guidata da Elisa Longo Borghini.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE