Uno studio francese ha associato le bevande zuccherine al rischio cancro

Barsaba Taglieri
Luglio 12, 2019

Fari puntati sulle bibite dolci.

I risultati. Incrociando tutti i dati è emerso che tra i partecipanti sono stati diagnosticati 2.193 casi di cancro (22 casi ogni mille soggetti). A firmare lo studio il team di Mathilde Touvier, del Sorbonne Paris Cité Epidemiology and Statistics Research Center (Cress).

In passato l'elevato consumo di bibite è stato correlato al maggior rischio di malattie metaboliche quali il diabete e l'obesità.

Lo studio ha coinvolto oltre 101000 persone tutte sane all'inizio della ricerca.

Consumare bevande ricche di zuccheri come succhi di frutta, bibite gassate, frappè e anche tè e caffè zuccherati potrebbe aumentare il rischio di cancro. Nessuna associazione è stata trovata per quanto riguarda i tumori della prostata e del colon-retto, ma il numero di casi osservato era più limitato. Secondo lo studio, basta bere 100 ml di bevanda zuccherina al giorno - pari a due lattine a settimana - perché aumenti del 18% il rischio di sviluppare un tumore. Quanto alle bevande con dolcificanti, il consumo non è associato a un aumento del rischio, anche se gli autori avvertono che è necessaria una certa cautela nell'interpretazione di questo risultato, a causa di un livello di consumo relativamente basso nel campione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE