Alitalia, maggioranza newco a Fs-Mef. Di Maio chiede a Lotito garanzie

Paterniano Del Favero
Luglio 11, 2019

I sindacati in tutto ciò manifestano la loro preoccupazione, hanno pertanto proclamato uno sciopero del settore del trasporto aereo, che sarà di 4 ore, per il 26 luglio, mentre sarà di 24 ore per piloti ed assistenti di volo del gruppo.

I 900 milioni di prestito, nel frattempo, sono stati trasformati in un prestito senza scadenza (la Commissione Europea ha aperto un'indagine per verificare che non sia una specie di "regalo" ad Alitalia, cioè un aiuto di stato potenzialmente irregolare).

Dall'ultimo incontro al Mise erano emersi alcuni dati riguardanti le quote degli asset di Alitalia: "per il 35% circa da Ferrovie dello Stato, per una quota tra il 10 e il 15% dall'americana Delta e per una quota approssimativamente intorno al 15% dal Mef". Probabilmente i Benetton pensano di evitare la "punizione" versando i 300 milioni di euro necessari per la nuova compagnia che acquisirà Alitalia, o sicuramente porranno condizioni in tal senso. E proprio Delta potrebbe opporsi ad un eventuale ingresso di Efromovich in Alitalia. Da mesi si parla del possibile interesse di Atlantia a entrare nella cordata; fino a questo momento Di Maio - che qualche giorno fa aveva strapazzato Atlantia definendola "decotta" a mercati finanziari aperti - ha minimizzato il possibile arrivo in Alitalia della famiglia Benetton, e ha assicurato che al gruppo non saranno offerte contropartite sulla vicenda autostradale in cambio di quella aeronautica.

Esperti e giornalisti considerano questo tipo di investimenti - compiuti da Atlantia e da altri importanti industriali - una sorta di operazione diplomatica. "Io su Atlantia non ho pregiudizi, ma nessuno si deve mettere in testa che sulla revoca delle concessioni ad Autostrade si torna indietro" ricordando poi "i 40 e passa morti del ponte Morandi" di Genova. Così si è espresso, come si legge su Ansa. Attenzione però, perché tra i pretendenti c'è anche l'imprenditore colombiano Germàn Efromovich, azionista di maggioranza di Avianca.

A pochi giorni dalla chiusura del dossier Alitalia, prende sempre più corpo la prospettiva di una partecipazione pubblica in possesso della maggioranza assoluta della nuova società.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE