Rai1, La traviata in diretta dall'Arena il 21 giugno

Ausiliatrice Cristiano
Giugno 25, 2019

Per celebrare la recente scomparsa di Franco Zeffirelli, regista e scenografo che all'Arena di Verona ha realizzato la sua ultima impresa con il nuovo allestimento de "La Traviata" di Giuseppe Verdi, la Fondazione Arena di Verona ha realizzato un notevole sforzo organizzativo, culminato con la trasmissione in mondovisione dell'evento grazie al supporto tecnico della Rai, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del ministro delle Finanze, Giovanni Tria, e di numerosi altri esponenti della politica e dello spettacolo. "Il mio compito - ha aggiunto - sarà quello di raccontare ciò che avviene all'interno dell'anfiteatro, con ospiti famosi che hanno accettato di condividere con il pubblico ricordi, aneddoti e curiosità che li legano a Franco Zeffirelli: un modo omaggiare il maestro ma anche per far conoscere a tutti la sua vita, magari meno conosciuta". "Verona porterà per sempre nel cuore 'l'amico' Zeffirelli che, da immenso maestro cinematografico qual'era, sembra aver firmato anche quest'ultima regia, con una prima nella prima, per la sua ultima e nuova eccezionale produzione".

"E" stata una esecuzione della Traviata di straordinaria bellezza, di grande livello artistico.

A guidare l'orchestra il Direttore Musicale del Festival, Daniel Oren.

Che il rapporto tra Zeffirelli e quest'opera fosse di amore puro lo prova il fatto che proprio con La Traviata debuttò alla regia teatrale, a Dallas nel 1958, con Maria Callas nei panni di Violetta Valéry. Nel cast troviamo invece quattro voci per vestire i panni della protagonista Violetta: la polacca Aleksandra Kurzak, l'americana Lisette Oropesa, la croata Lana Kos e la russa Irina Lungu. In platea saranno presenti molte star, da Lorella Luccarini a Tony Renis, oltre a diversi esponenti del governo e del mondo politico nazionale."Qui a Verona ormai mi sento davvero a casa - ha detto ancora la Clerici - e voglio che anche in tutte le case arrivi l'emozione e la magia che si respirerà in Arena". L'allestimento kolossal è tra i più ambiziosi mai realizzati dai lavoratori veronesi e corona il sogno di Zeffirelli dopo 60 anni di lavoro sull'opera verdiana. Domani sera il Festival lirico proseguirà con Aida, nella riedizione del 1913: sarà la recita numero 700 dell'opera di Verdi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE