Di Maio accusa Di Battista: 'Incosciente chi destabilizza il governo'

Paterniano Del Favero
Giugno 25, 2019

Alessandro Di Battista ha provato a smorzare i toni con Luigi Di Maio, dopo l'ultimo rimprovero del leader del M5s che su Facebook ha criticato chi "destabilizza il governo" in un momento così delicato, con la trattativa con la Commissione Ue in corso, ad esempio. Abbiamo tutti una grande responsabilità.

Ma nel frattempo la bomba sui voli di Stato usati da Salvini è esplosa e il Pd si affretta a chiedere chiarimenti: "Il vicepremier Di Maio sostiene che l'altro vicepremier Salvini abbia utilizzato voli di Stato per il suo lungo tour elettorale degli scorsi mesi in Italia" dice Roberto Morassut, responsabile Infrastrutture della segreteria nazionale del partito "Viste le parole così nette di Di Maio, il governo ed il presidente Conte hanno il dovere di riferire alle Camere e di fare chiarezza su ogni singolo utilizzo dei voli di Stato da parte del Ministro Salvini e degli altri membri dell'esecutivo".

"Il Governo dura? Non lo so, perché vedo Salvini che provoca ogni giorno, tutti i giorni e sono convinto che nella logica di Salvini ci sia l'idea di mandare tutto all'aria per mero tornaconto personale". Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Ora il vicepremier sembra essere davvero esasperato, ma sopratutto preoccupato dai malumori nel suo Movimento, che lo vedono sempre più debole e non reggono il rientro di Dibba. Ma il posto lasciato vacante da Savona non può essere suo, anzi, del Movimento. Ma c'è altro che emerge da tutto questo: il masochismo dei parlamentari Pentastellati che, invece di ritrovare un minimo di dignità e riprendere il loro percorso di sana protesta a difesa del buono e bello per il cittadino, si sono talmente attaccati alla poltrona da accettare che le dita che la Lega gli ficca negli occhi. A me questo non sta bene. Spiegando che oggi stesso i due esponenti del Movimento 5 Stelle potrebbero riappacificarsi. "Se si vuole tradire una promessa, bisognerebbe dimettersi non passare al Misto", scrive il ministro grillino. "Se poi mi sbaglio, sarò il più felice".

Le trasformazioni del mercato del lavoro, la scuola 4.0, l'economia e l'agricoltura sono alcuni dei temi trattati dagli attivisti del Movimento Cinque Stelle. "Ed è anche per questo che in passato quando qualcuno non ha votato la fiducia al Governo è stato espulso", conclude.

Nel frattempo, però, il "collega" di Governo Di Battista, aiutato anche da Di Maio, picchia duro: "Da parte della Lega c'è l'intenzione di cercare pretesti per far cadere il Governo".

Come al solito, dunque, si prefigura una manovra "alla Berlusconi". "Non è una partita a Risiko" ha commentato duramente Luigi Di Maio, facendolo sul blog delle stelle.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE