India: si immerge nel fiume incatenato, ore d'ansia per l'illusionista scomparso

Bruno Cirelli
Giugno 18, 2019

Il primo tentativo nel 2013 si era concluso con successo nonostante le contestazioni. Chanchal Lahiri, conosciuto in India con il nome d'arte 'Jadugar Mandrake' (il mago Mandrake) è dato per disperso dalle autorità, ma le speranze di ritrovarlo ancora in vita sono quasi inesistenti. Il mago, infatti, voleva ritentare il trucco di Houdini: qualcosa, però, non è andato per il verso giusto e l'uomo non è riemerso. "Se riesco a liberarmi, sarà magico". Il mago non è più riaffiorato dopo una sua immersione a Calcutta nel fiume Hoogly. "Se non potrò farlo, sarà tragico". L'uomo era incatenato con dei lucchetti sulle braccia e sulle gambe e si trovava all'interno di una gabbia di vetro. Molti spettatori sostenevano di averlo visto utilizzare una porta laterale della gabbia. Quando dopo alcuni minuti il mago non è riemerso, hanno avvisato la polizia.

La BBC ha raccontato la storia di Lahiri, raccontando che polizia e sommozzatori hanno sondato la zona a partire da domenica sera senza trovare nulla. Lui mi ha risposto che se l'impresa fosse riuscita sarebbe stata magica, altrimenti sarebbe stata tragica.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE