MotoGP: Lorenzo fa strike e Marquez trionfa

Rufina Vignone
Giugno 17, 2019

Fino a pochi giri dal termine, sembravano il ducatista ed il pilota della Suzuki i più accreditati ad andare ad affiancare il numero 93 sul podio, ma alla fine a spuntarla è stato il francesino della Yamaha Petronas, che quindi ha conquistato la sua prima top 3 nella classe regina, nonostante fosse reduce da un'operazione ad un braccio per risolvere un problema di sindrome compartimentale. Invece l'errore alla Bucine, l'ultima curva della pista toscana, ha avuto un deflagrante effetto farfalla che l'ha relegato in Q1, da cui sono scaturite la 18° posizione in griglia, la pessima partenza, l'errore, la caduta. Sicuramente io, Maverick, Dovi e Marquez ci potevamo giocare la vittoria, ma questo ormai conta poco. "Ribadisco, un peccato finire così una gara perchè non abbiamo visto neanche come andavamo".

"L'incidente causato da Lorenzo?".

"Quando sono arrivato a quella curva ho capito che qualcuno stava arrivando troppo forte..."

Rossi ha spiegato la dinamica dell'incidente che lo ha coinvolto: "Io stavo cercando di superare Petrucci quando mi ha centrato la moto di Lorenzo e mi sono fatto anche un po' male alla caviglia perché mi è rimasto il piede nel mezzo". Ha rovinato la gara mia, di Vale e di Dovi, che è anche in lotta per il campionato. È stato un mio errore, non ci sono dubbi. Jorge Lorenzo ha fatto registrare il 17esimo tempo. Se aspettava il rettilineo mi sorpassava tranquillamente. In se stesso, il suo è stato un piccolo errore, ma se fai quella cosa al secondo giro in quella curva è un grande sbaglio. Alla fine anche il pilota della Ducati è stato costretto al ritiro così come Vinales e Lorenzo. Poi, tuttavia, Meregalli ha scambiato qualche parola direttamente con il maiorchino e la situazione è sembrata ricomporsi.

"E' stata per me una gara difficile fin dall'inizio, ero nei guai col posteriore". Ecco, in ordine sparso, un po' di reazioni del paddock, iniziando, naturalmente, dai piloti coinvolti.

Non sono andati alla ricerca della prestazione assoluta in casa Ducati, con Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso rispettivamente in undicesima e dodicesima posizione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE