Huawei rimanda a settembre il lancio dello smartphone pieghevole Mate X

Paterniano Del Favero
Giugno 17, 2019

Per chi non ricoordasse, Samsung aveva spedito dei modelli di Galaxy Fold ad alcuni recensori per provare il device in anteprima e recensirlo ma in molti casi lo schermo funzionava male.

Anche Huawei ha deciso di rimandare il lancio del suo dispositivo pieghevole, il Huawei Mate X di qualche mese. "Servirebbero da sei a nove mesi", ha precisato il portavoce di Huawei all'emittente americana, che tuttavia, a differenza del Wall Street Journal, è convinta della presenza di Android in virtù del fatto che Huawei Mate X "è stato lanciato prima che l'azienda fosse investita dal provvedimento". Il lancio settembrino darà certamente una nuova scossa al mercato presentando Huawei come un'azienda dinamica, costantemente impegnata sull'innovazione nonostante gli strali piovuti dall'altra sponda dell'Oceano Atlantico.

Sempre l'anonima fonte conferma che l'azienda continuerà a garantire l'assistenza di tutti gli smartphone in conformità con le leggi italiane. Dopo i problemi di Samsung con il suo Galaxy Fold di cui non si hanno più notizie, anche i cinesi prendono tempo posticipando la data di uscita del loro smartphone pieghevole.

In definitiva Huawei Mate X è stato rimandato e non cancellato, lo vedremo molto presto sul mercato.

Il Mate X di Huawei monta un display AMOLED flessibile di 8 pollici di risoluzione 2480x2200 pixel in un corpo pieghevole a libro che misura, da aperto 161.3x146.2x5.4mm, e da chiuso 161.3x78.3x11mm, e pesa complessivamente 295 grammi.

Di tutta questa storia, l'Italia sarebbe la nazione che potrebbe subire maggiormente le conseguenze della scissione Google-Huawei, anche se al momento tutti i possessori di apparecchiature elettroniche targate Huawei sono esenti da tale rischio. Ma non è semplice: deve pensare agli utenti, che sono fondamentali, ma non può nemmeno permettersi di andare allo scontro con i partner che saranno fondamentali nel momento in cui uscirà un nuovo sistema operativo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE