Addio a Franco Zeffirelli

Ausiliatrice Cristiano
Giugno 17, 2019

Il maestro Franco Zeffirelli, dopo i funerali di cui stabilire ancora luogo e data, riposerà nel cimitero monumentale delle Porte Sante di Firenze, città dove era nato il 12 febbraio 1923. Lo hanno annunciato i figli adottivi Pippo e Luciano. Aveva 96 anni. Sceneggiatore, attore, regista, Franco Zeffirelli ha attraversato più di sessant'anni di storia dello spettacolo spaziando tra cinema, teatro e opera lirica.

Era appena diplomato all'Accademia di Belle Arti quando il principe milanese lo volle per allestire le scene teatrali di 'Troilo e Cressidà (1949) per poi chiamarlo, come assistente, sul set di 'La terra tremà.

A scorrere la sua filmografia, dopo un esordio nel 1957 con Camping, una commediola assai esile d'ambientazione contemporanea, si trovano soprattutto messinscene di classici. "Mi reputo fortunato", aveva dichiarato l'anno scorso tracciando una sorta di bilancio della sua carriera stellare.

L'ultimo capolavoro è la fondazione che porta il suo nome.

Uno dei grandi del Novecento. Una produzione insomma avulsa dalla contemporaneità e pertanto artificiale. Zeffirelli voleva che San Firenze diventasse anche un punto di riferimento per i giovani che vogliono intraprendere la strada dello spettacolo.

Di carattere spigoloso e fumino, dandy, ma toscanaccio nell'anima, mal accettò le critiche definendosi uno straniero in Italia. Ed anche ciò che scriviamo. Nel 1971 diresse Fratello sole, sorella luna, una poetica rievocazione della vita di Francesco d'Assisi. Celeberrimo il film che realizzo' per la televisione nel 1977, ' Gesu' di Nazareth'. Ho conosciuto e collaborato con i grandi nel mondo della musica classica, dell'opera, del teatro, del cinema.

Altre regie e altre opere da lui realizzate?

Negli anni Novanta cominciò un lento declino, almeno sul piano cinematografico.

Domani, domenica 16 giugno alle 14:30 su Canale 5 Un tè con Mussolini.

"Il mondo è sempre stato salvato da chi guardava avanti". Non c'è alcun dubbio: le regie delle opere liriche sono molto meglio dei suoi film.

E' morto Franco Zeffirelli. Era stato candidato due volte agli Oscar (come regista per Romeo e Giulietta e come scenografo per La Traviata) e aveva vinto cinque David di Donatello. Un Maestro straordinario, orgoglio italiano nel mondo. "Spirito brillante e coinvolgente, ha accompagnato la sua arte con grande passione civile e amore per il suo Paese".

Lunedì mattina nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio sarà allestita la camera ardente per il Maestro. Lo annuncia su twitter il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE