Ore di Le Mans: Toyota in pole, ma Fernando Alonso insegue

Rufina Vignone
Giugno 16, 2019

Ancora una volta le Toyota non hanno rivali a Le Mans.

I giapponesi hanno riparato senza problemi la TS050 Hybrid rimasta coinvolta ieri nell'impatto con la DragonSpeed LMP2, ritornando in pista per le ultime qualifiche e cogliendo la prima fila con la vettura gemella. Non saranno stavolta i vincitori dello scorso anno Alonso, Nakajima e Buemi a scattare dalla prima piazza, bensì i compagni di team Conway, Lopez e Kobayashi. Al loro fianco un altro team privato, la Rebellion, con Gustavo Menezes, Nathanael Berthon e Thomas Laurent.

In classe Lmp2 domina la squadra francese Graff grazie a Tristan Gommendy, Vincent Capillaire e Jonathan Hirshi. La prima delle LMGTE Pro partirà invece dalla 29° posizione, ed è l'Aston Martin Vantage AMR guidata da Sorensen, Thiim e Turner. La casa di Stoccarda ottiene però il miglior tempo in GTE-Am con Giorgio Roda, Matteo Cairoli e Satoshi Hoshino che portano in alto la 911 Rsr del team del celebre attore Patrick Dempsey.

Attraverso i social la McLaren si è complimentata conFernando Alonso per la vittoria nell'edizione 2019 della 24 Ore di Le Mans e la conquista del titolo nel WEC.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE