Polizia uccide afroamericano a Memphis, 24 agenti feriti negli scontri

Bruno Cirelli
Giugno 15, 2019

Ma in realtà non è stata trovata nessuna pistola, nè nessun agente è rimasto ferito da colpi di arma da fuoco. Negli Usa i precedenti analoghi, quasi sempre con vittime afroamericane, sono tantissimi.

Il Tennessee Bureau of Investigation ha aperto un'indagine sulla morte di Brandon Webber, il giovane aferoamericano di 20 anni ucciso a Memphis dalla polizia che lo aveva fermato per un controllo.

Roma, 13 giu - Un agente di polizia ha sparato e ucciso un 20enne afroamericano a Memphis, in Tennessee. Solo nei primi 6 mesi dello scorso anno sono state oltre 500 le persone uccise dalle forze dell'ordine negli Stati Uniti.

Niente a Memphis pare essere più al proprio posto.

Se all'inizio l'intenzione era semplicemente una marcia pacifica in ricordo del giovane morto, ben presto il tutto si trasforma in una vera e propria guerriglia urbana. La polizia ha blindato tutta la zona, come dichiarato in conferenza stampa dal capo della polizia Michael Rallings. E' paradossale il fatto che tanto scompiglio sia in realtà la conseguenza di una manifestazione cominciata pacificamente. Un epilogo sereno che si è avviato verso una conclusione disordinata e piena di violenza, con un totale di 24 agenti feriti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE