La polemica tra Salvini e Camilleri

Ausiliatrice Cristiano
Giugno 15, 2019

Nello specifico l'autore de Il commissario Montalbano ha puntato il dito contro alcuni atteggiamenti di propaganda del leader della Lega. La risposta non si è fatta attendere con il vicepremier che ha invitato il 'padre' di Montalbano a pensare a scrivere.

"Non credo in Dio - ha detto Camilleri - ma vederlo impugnare il rosarioun senso di vomito".

Non è la prima volta che Andrea Camilleri si scaglia contro il ministero dell'Interno. "Stiamo peggiorando in tutto - dice Camilleri - Nel linguaggio, nel rapporto, nel mondo di rapportarci gli uni con gli altri".

La politica dà un cattivissimo esempio e il 90% dei cittadini ci 'guazza'; e infatti raggiungono queste cifre, 34-40% (riferito ai leghisti), e sono ancora in crescita. "Da 4000 persone presenti si passerà a zero" - ha detto Salvini, annunciando la sua presenza in Sicilia in occasione della chiusura. "Manca il concetto di politica".

Di solito non usa mezze misure Matteo Salvini per rispondere a chi muove critiche nei confronti suoi o delle sue proposte. Dopo un attimo di esitazione, la risposta esce flebile quanto fragorosa dalla bocca del 'papà' di Montalbano. " ha dichiarato Andrea Camilleri".

All'Europa chiediamo rispetto per un'Italia che vuole tornare a crescere, costruire e investire.Tagli, tasse, austerità e precarietà hanno impoverito il Paese e fatto esplodere il debito (+ 650 miliardi in dieci anni), noi vogliamo liberare risorse, soldi, energie e lavoro.GRAZIE a Voi, tutto è possibile. Dunque, su Papa Francesco: "Lui, che sa quello che fa, non impugna il rosario, non ne ha bisogno, sa che offenderebbe profondamente i santi". "Fa parte della sua volgarità". Gesti che non sono piaciuti a molti rappresentanti del clero e neanche allo scrittore Andrea Camilleri. "Io continuo a fare il mio e nel mio piccolo a credere".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE