Lavora in nero e prende il Reddito di Cittadinanza, scoperto nel Napoletano

Paterniano Del Favero
Giugno 12, 2019

Il reddito di cittadinanza sta togliendo lavoro anzichè contribuire a crearlo? "Se tornassero a lavorare perderebbero il reddito di oltre 700 euro", ha affermato il sindaco.

Le dichiarazioni del sindaco Domenico Pascuzzi volevano essere un richiamo a chi "a chi cerca un lavoro e soprattutto a coloro che abbiano voglia di lavorare", invitandoli a cercare occupazione a Gabicce mare rimasta questa estate senza cuochi, camerieri, lavapiatti, portieri.

"Analogamente - prosegue l'Ispettorato - a seguito di un accertamento disposto presso un esercizio commerciale di frutta e verdura di Boscoreale (Na), sono stati individuati alcuni lavoratori 'in nero', uno dei quali è risultato godere del reddito di cittadinanza legato alle mensilità di aprile e di maggio". Al che Serra ha specificato che non si riescono a trovare 250 figure professionali tra sala, cucina e piani.

Un caso che potrebbe fare scuola, di sicuro il primo per quanto riguarda il salernitano: i carabinieri di San Valentino Torio e la procura di Nocera Inferiore hanno scoperto un uomo di 67 anni che, secondo gli investigatori, percepiva illegalmente il reddito di cittadinanza. Orari disumani, stipendi da fame, nessuna sicurezza, nessuna garanzia o tutela contrattuale: è lo spaccato del lavoro nero in Italia, di quella piaga che scorre senza freni in ogni angolo del Paese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE