Di Maio: "Stop 15 mln fondi". Whirlpool: "Mai disdetto accordo"

Paterniano Del Favero
Giugno 12, 2019

Se vieni in Italia e prendi i soldi dello Stato non è che poi te ne vai quando vuoi, tenendo un atteggiamento contrario ai patti.

Whirlpool "non intende procedere alla chiusura del sito di Napoli", ma è impegnata "a trovare una soluzione che garantisca la continuità aziendale e i livelli occupazionali".

Luigi Di Maio l'aveva minacciato da questa mattina e nel primissimo pomeriggio ha addirittura fatto una diretta Facebook di tre minuti per dimostrare a tutti che sta usando il pugno di ferro nei confronti della Whirlpool, l'azienda che ha più volte paventato la chiusura dello stabilimento di Napoli. "Vediamo se così torna a più miti consigli visto che mercoledì abbiamo un incontro". Domani è in programma un incontro al Ministero dello Sviluppo economico in cui Whirlpool "auspica di iniziare il percorso per risolvere la vertenza". "Comincio a firmarle davanti a voi - dice ancora Di Maio -". Se Cisl e Uil plaudono alla decisione di revocare i fondi pubblici, la Cgil chiede piuttosto che si vigili sull " applicazione degli accordi" su cui sono stati erogati gli incentivi. È assurdo e inaccettabile che dopo un accordo con il governo e i sindacati in cui il gruppo si impegnava in un accordo a mantenere aperti tutti quei stabilimenti in Italia ora ci dicono che si devono disimpegnare dallo stabilimento di Napoli: non è accettabile.

Così il Vicepremier e Ministro per lo sviluppo economico Luigi di Maio durante una intervista ad Rtl 102.5, con una posizione ribattuta immediatamente dai parlamentari pentastellati fabrianesi Terzoni e Romagnoli. "Quindi il Governo deve fare in modo che l'accordo, venga confermato". "Se il ritiro del finanziamento serve per convincere la Whirlpool a capire che il Governo fa sul serio bene, se è già una ritirata per dire 'abbiamo perso e nel ritirarci incendiamo la città e mettiamo a fuoco', è qualcosa che ci interessa molto poco". Noi dobbiamo essere forti delle nostri convizioni - ha detto parlando della procedura d'infrazione della Commissione europea -, siamo paese fondatore e siamo al pari di Francia e Germania.

Whirlpool non chiude a Napoli.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE