A maggio 2019 sale fiducia di consumatori e imprese

Paterniano Del Favero
Mag 31, 2019

Maggio è un mese positivo per gli indici di fiducia registrati dall'Istat, rilevazioni effettuate prima del voto, il cui esito non ha potuto in un senso o nell'altro influenzare le risposte. È quanto comunica oggi l'Istat diffondendo la stima della "Fiducia dei consumatori e delle imprese" a maggio 2019.

La fiducia dei consumatori sembra non aver limiti in relazione al clima economico e quello corrente, mentre non è così marcatgp per clima personale e, soprattutto, per quello futuro. Le attese sulla situazione economica dell'Italia restano stabili e, per alcuni aspetti, sono in miglioramento i giudizi sul Paese. Tra questi spiccano le deludenti performances del reddito di cittadinanza e l'incombente minaccia dell'aumento dell'IVA, con la prospettiva di ricadute di 831 Euro annui a famiglia: tutte premesse che non lasciano sperare nulla di positivo per la crescita della nostra economia ed il miglioramento della situazione delle famiglie. Il clima economico sale da 122,8 a 125,9, il clima corrente aumenta da 106,9 a 109,6 il clima personale cresce da 105,9 a 107,4, e il clima futuro passa da 115,6 a 115,8. L'istituto di statistica, infatti, rivela che l'indice del clima di fiducia dei consumatori torna ad aumentare dopo tre mesi consecutivi di calo, passando da 110,6 a 111,8, Allo stesso modo, anche quello delle imprese registra una risalita, poiché passa da 98,8 a 100,2. Con riferimento alle imprese, l'indice di fiducia passa da 100,8 a 102 punti nel settore manifatturiero, nelle costruzioni aumenta da 141,2 a 144,3, nei servizi va da 99,1 a 99,3 e nel commercio al dettaglio sale da 101,3 a 102,6, dopo "il brusco arretramento del mese precedente", osserva l'Istat.

Nei servizi e nel commercio al dettaglio la dinamica positiva dell'indice riflette andamenti eterogenei delle rispettive componenti: il miglioramento dell'indice è trainato dalle attese sugli ordini nei servizi e dai giudizi sulle vendite nel commercio. A riprova di questo, l'associazione mette in evidenza come i dati relativi alla fiducia delle famiglie rimangono ben al di sotto dei valori del 2018 per tutte le componenti, a dimostrazione che il quadro politico che sta caratterizzando il paese negli ultimi mesi ha prodotto "un costante logorio nelle aspettative dei cittadini, intaccando ottimismo e speranze".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE