È stato liberato Alessandro Sandrini

Bruno Cirelli
Mag 23, 2019

Nel tweet di Suhail AlGhazi si legge che "è stato liberato l'ostaggio italiano Alessandro Sandrini che era scomparso dall'ottobre del 2016, il gruppo ha dichiarato che Sandrini era stato rapito da una gang criminale specializzata in rapimenti e liberato dopo alcune negoziazioni". "Due anni che sono in carcere, non ce la faccio più". Sandrini tornò a dare segnali di vita il 17 ottobre 2017, quando telefonò alla madre Evelina da un numero di una compagnia telefonica attiva sul web. "Chiedo all'Italia di chiudere questa situazione in tempi veloci perché hanno detto chiaramente che sono stufi, che mi uccideranno se la cosa non si risolve in tempi brevi e io chiedo di aiutarmi". "Non vedo futuro, non so cosa pensare".

La famiglia ha successivamente confermato la notizia. Una felicità che non riesce a raccontare: "Adesso sto andando a Roma, spero di potergli parlare al telefono". Si trova ancora in Siria ma nelle mani dei nostri carabinieri. Sandrini sarà inoltre ascoltato dai pm della Procura di Roma dopo il rientro in Italia in merito al rapimento: sulla vicenda la Procura capitolina aveva aperto un fascicolo per sequestro di persona con finalità di terrorismo.

Nell'ultimo anno il nome di Alessandro Sandrini è comparso due volte tra gli imputati in tribunale a Brescia. A liberare il 34enne è stata l'ala siriana della galassia di al Qaida. Come evidenziato dall'agenzia 'Sham', vicina ad Hayat Tahrir al-Sham, il vice ministro dell'Interno del 'governo di salvezza', colonnello Ali Kaddah, ha annunciato la liberazione dell'italiano senza tuttavia precisare quando sia avvenuta. Nel comunicato non si fa riferimento al pagamento di un eventuale riscatto. In un processo per rapina e ricettazione per aver tentato di vendere a cinesi dei tablet rubati da un fast food a Desenzano del Garda e per una rapina che avrebbe messo a segno prima dell'ottobre 2016. E si afferma che Sandrini è stato consegnato al "governo del suo paese" senza menzione di ogni eventuale ruolo turco nella vicenda.

Su Alessandro Sandrini pende un'ordinanza di custodia cautelare per rapina.

"Il connazionale Alessandro Sandrini è stato liberato al termine di un'articolata attività condotta, in territorio estero, in maniera coordinata e sinergica dall'intelligence italiana, dalla polizia giudiziaria e dall'unità di crisi del MAE". Il bresciano e accusato di un paio di azioni messe a termine con un complice in provincia di Brescia. Lo ha affermato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una nota. Quella volta era stato ripreso con una tuta arancione da carcerato e con due uomini armati alle spalle.

Con la liberazione di Alessandro, sono ancora sette gli italiani scomparsi nel mondo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE