Istat taglia stime Pil, +0,3% in 2019 - Ultima Ora

Paterniano Del Favero
Mag 23, 2019

Mentre il governo è impegnato a litigare praticamente su tutto, l'Istat taglia le stime del Pil per il 2019 portandolo da +1,3 a +0,3 per cento. Una "forte revisione" delle previsioni di crescita rispetto ai dati rilasciati a novembre, spiega l'Istituto nel rapporto sulle "prospettive per l'economia italiana", sottolineando inoltre il "deciso rallentamento" a confronto con l'anno precedente (+0,9%).

Al momento l'esecutivo gialloverde stima per il 2019 un incremento dell'economia dello 0,2%; per il Ministro dell'Economia Giovanni Tria si tratta di una stima prudenziale alla luce del miglioramento atteso nella seconda parte dell'anno. Se le cose non vanno bene, potrebbero anche andare peggio: l'attuale scenario di previsione è infatti caratterizzato da alcuni rischi al ribasso rappresentati da una ulteriore contrazione del commercio internazionale e da un possibile peggioramento delle condizioni creditizie legato all'aumento dell'incertezza e all'evoluzione negativa degli scenari politici ed economici internazionali.

Nell'anno in corso, il processo di ricostituzione dello stock di capitale rallenterebbe in misura significativa. Nel complesso, gli investimenti fissi lordi sono previsti crescere dello 0,3%. Nel 2018 il tasso è stato pari al 10,6%. L'ultimo dato disponibile, relativo marzo 2019, si è attestato al 10,2%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE