Teleborsa. finanza. Trump, lo staff di Deutsche Bank segnalò transazioni sospette

Bruno Cirelli
Mag 22, 2019

Complice del ribasso UBS, che ha declassato le azioni a rating "sell" dal precedente "neutrale", con prezzo obiettivo che passa dai 7,80 euro ai 5,70 euro. Secondo il quotidiano, l'istituto avrebbe prestato "miliardi" al magnate e a Kushner.

"Abbiamo aumentato il nostro staff contro i crimini finanziari e rafforzato i nostri controlli negli ultimi anni e ci siamo conformati molto seriamente alle leggi anti riciclaggio (Aml/Bsa)", afferma la banca tedesca. Lo scrive il New York Times che riporta la notizia come confermata da cinque impiegati ed ex impiegati della banca che ha concesso prestiti al gruppo Trump. "Le banche a volte scelgono di non presentare segnalazioni di attivita' sospette se concludono che le preoccupazioni dei propri dipendenti sono ingiustificate". "Sbagliato! E' perché non avevo bisogno di soldi", ha twittato.

In parallelo è arrivata la bocciatura di Ubs, una nuova doccia fredda dopo che le trattative con Commerzbank sono naufragate e in vista dell'assemblea annuale in calendario giovedì a Francoforte. Lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE