È morto Niki Lauda

Rufina Vignone
Mag 22, 2019

Niki Lauda, austriaco, negli anni Settanta era stato pilota della Ferrari nel campionato del mondo di automobilismo di formula 1. Scuderie, piloti ma anche personaggi estranei alla Formula 1 e ovviamente migliaia di tifosi hanno voluto ricordare uno sportivo che ha segnato un'epoca e conquistato la gente.

"Tutti alla McLaren sono profondamente addolorati nell'apprendere che il nostro amico, collega e campione del mondo 1984 di Formula 1, Niki Lauda, è morto".

Di recente era stato ricoverato presso una clinica privata in Svizzera per problemi ai reni, sottoponendosi ad un trattamento di dialisi. I suoi risultati come atleta e imprenditore sono e rimarranno indimenticabili, come il suo instancabile entusiasmo per l'azione, la sua schiettezza ed il suo coraggio.

Nel 1976 Lauda fu vittima di un violento incidente che lo lasciò sfigurato e suoi polmoni furono danneggiati da fumo tossico. "Un modello e un punto di riferimento per tutti noi, era un marito amorevole e premuroso, un padre e nonno lontano dal pubblico, e ci mancherà", scrivono i familiari.

Mentre la prima moglie aveva assistito Niki Lauda nel periodo dell'incidente, Birgit - nonostante avesse trent'anni in meno a lui - gli è stata affianco anche quando il Pilota di Formula 1 ha dovuto combattere una malattia, derivato di quell'incidente. Negli anni successivi, Lauda divenne un consigliere per la squadra corse della Ferrari, prima di diventare presidente non esecutivo del team Mercedes F1 nel 2012.

Nel 1976 ebbe un terribile incidente in Nürburgring. Nel 2003, ha fondato un'altra compagnia aerea, Niki, che ha venduto ad Air Berlin nel 2011 per riacquistarla nel gennaio 2018 con il marchio Laudamotion e poi venderla successivamente alla compagnia aerea irlandese Ryanair.

Lauda più volte ribadì che non era affatto un calcolatore, anzi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE