F1, morto a 70 anni l'ex pilota Niki Lauda

Bruno Cirelli
Mag 21, 2019

La Formula 1 perde uno dei suoi campioni più grandi: Niki Lauda è morto in una clinica svizzera il 20 maggio. Lo scomparsa è stata resa nota da un portavoce della famiglia. La sua instancabile spinta, la sua semplicità e il suo coraggio rimangono un modello e un punto di riferimento per tutti noi. Lontano dal pubblico, era un marito, padre e nonno amorevole e premuroso. Lauda era ricoverato in una clinica privata in Svizzera per problemi ai reni. Otto mesi fa aveva subito un trapianto di polmone.

Era nato a vienna il 22 febbraio del 1949.

E' considerato tra i migliori piloti di sempre.

Ha fondato e diretto due compagnie aeree, la Lauda Air e la Niki e dal 2012 era presidente esecutivo della scuderia tedesca Marcedes Amg F1.

Nel 1976 ebbe un incidente che lo lasciò sfigurato, ma a tal proposito affermò che preferiva il fondoschiena a un bel viso perché era convinto che una vettura si guida soprattutto "con il sedere". Chiamato il "computer", per precisione nella messa a punto della macchina e per carattere, nel suo personale carnet di campione ha disputato 171 Gran Premi: vincendone 25 e conquistato 24 pole position.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE