Brexit, Corbyn conferma il no alla May - Ultima Ora

Bruno Cirelli
Mag 21, 2019

La premier britannica ha dichiarato che il voto di giugno sarà l'ultima possibilità del Parlamento britannico per ratificare l'accordo sulle condizioni d'uscita dalla UE.

I ministri del governo inglese si preparano a discutere in parlamento all'inizio del mese prossimo la proposta finale di Theresa May per l'accordo sulla Brexit. E all'interno sarà inserita una clausola che, nonostante la premier rimanga contraria a una revisione del voto del 2016 sull'uscita dall'Ue, comprenderà la possibilità per i membri della Camera dei Comuni di votare su un emendamento che porti a un nuovo referendum sulla Brexit. Gli obiettivi negoziali e i trattati futuri che regoleranno i prossimi rapporti con la Ue dovranno essere approvati dai deputati.

Il nuovo accordo prevede inoltre che sia introdotto un obbligo legale per il governo di cercare un'alternativa alla soluzione di backstop sul confine fra le due Irlande entro il dicembre 2020 in modo che il backstop non sia mai attivato.

Brexit, ha insistito la premier, rappresenta "una grande opportunità" per la Gran Bretagna di uscire dalla Ue, di non essere più costretta a un'integrazione sempre più stretta con gli altri 27 Paesi e di avere quindi la "libertà di fare le cose diversamente". Lo afferma in un intervento pubblicato sul Sunday Times, in cui spiega che vuole presentare all'inizio di giugno alla Camera dei Comuni la sua nuova proposta, con alcune modifiche, nella speranza di raccogliere una maggioranza a suo favore. "Stiamo facendo una nuova offerta per trovare un compromesso in Parlamento". E' questa la prima reazione del leader laburista Jeremy Corbyn alle novità messe sul piatto oggi dalla premier Tory. "Non vi sono cambiamenti fondamentali sull'allineamento al mercato unico e sull'unione doganale", ha detto Corbyn, aggiungendo che il Labour, restando così le cose, "non sosterrà" ufficialmente il testo in seconda lettura.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE