Sebastiano Esposito, chi è il gioiellino dell’Inter cercato da Psg e Chelsea

Rufina Vignone
Mag 20, 2019

Lo spera anche lo stesso Esposito che oggi, alle 17.30, giocherà la finale di Euro U17 con l'Italia. "Ma ora testa all'Olanda: non vediamo l'ora di giocare e di dimostrare la nostra qualità".

EUROPEO - "Sapevamo di poter arrivare lontano ma visto il girone era difficile pronosticare una finale". Siamo una famiglia di ragazzi con valori importanti, abbiamo fame e ci sacrifichiamo l'uno per l'altro. Adesso in Europa parlano tutti di lui, non solo gli scout e i tifosi interisti. Ho avuto una fortuna: sono nato con questa capacità. Il talento di origini campane, in forza all'Inter, ha realizzato il goal del pareggio su punizione.

"Non me lo aspettavo, è stata l'esperienza più emozionante della mia vita".

Una crescita che non è sfuggita a Spalletti. Poi quando il mister si è avvicinato e mi ha detto "scaldati" il cuore ha cominciato ad andare a mille all'ora. Ho coronato un sogno, ma quella notte per me sarà sempre un punto di partenza e non di arrivo.

"Devo ringraziare D'Ambrosio che in passato è stato allenato da mio papà alla Juve Stabia: mi ha preso a cuore come un fratello. Poi come idolo non posso non dire Icardi: è unico, impressionante, formidabile". Salvatore (classe 2000), Sebastiano (2002) e Francesco Pio (2005) stanno continuando il loro percorso di formazione partendo da Brescia e arrivando a Milano. "Non vorrei brutte sorprese in caso di sconfitta, sono molto scaramantico...".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE