Inter libera dai vincoli Uefa: ora il mercato per Antonio Conte

Rufina Vignone
Mag 18, 2019

Dalle stanze dei bottoni di Nyon arrivano buone notizie per i nerazzurri che possono considerarsi ufficialmente fuori dal regime finanziario ristretto voluto dall'Uefa a seguito dalle violazioni del Fair Play Finanziario.

In un comunicato ufficiale l " Uefa ha annunciato che l'Inter è ufficialmente fuori dal Seetlement Agreement ovvero il percorso di patteggiamento attraverso cui la società ha concordato le sanzioni per rientrare nei parametri del Fair Play Finanzario, inizialmente violati.

SPIEGAZIONE - Questo non significa che ora l'Inter potrà spendere qualsiasi cifra sul mercato: Suning dovrà comunque evitare il passivo di bilancio, ma il monitoraggio dell'UEFA sarà meno restrittivo (seppur con possibilità di immediata verifica, per esempio in caso di sessioni di calciomercato con un disavanzo di oltre cento milioni di euro) e, a livello generale, il break even è legato al triennio e non a specifici paletti da raggiungere nella singola stagione. La Camera di Investigazione dell'Organo di Controllo Finanziario dei Club ha fornito un aggiornamento sul monitoraggio dei settlement agreement firmati con quattro club negli anni scorsi, e che hanno raggiunto i rispettivi termini: promosse Astana, Besiktas e appunto Inter, rimandato il Trabzonspor.

Le ultime news Inter mettono in risalto il comunicato del club nerazzurro dopo l'annuncio dell'Uefa sull'uscita dal settlement agreement. Se infatti l'esercizio 2018-2019 dovesse chiudersi in pareggio ai fini del fair play finanziario e quello 2019-2020 con un rosso di 30 milioni, nella stagione 2020-2021 l'Inter si troverebbe obbligata a chiudere i conti di nuovo in pareggio. Tuttavia la società nerazzurra non vorrebbe "consumare" il -30 tutto nella stagione in corso: motivo per cui potrebbero servire nuove plusvalenze da qui al prossimo 30 giugno, per diminuire il rosso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE