Carige, sindacati in allerta. E Malacalza appoggia una soluzione di mercato

Paterniano Del Favero
Mag 18, 2019

(Teleborsa) - C'è ancora molta incertezza sul delicato tema del salvataggio di Banca Carige, falliti tutti i tentativi di trovare un soggetto interessato al suo risanamento e rilancio. E proprio rispetto a queste possibilità hanno espresso il loro parere i banchieri delle principali banche italiane. Secondo quanto affermato da Carlo Messina, AD di Intesa Sanpaolo, in in un'intervista a 'la Repubblica' l'istituto ligure non può diventare la banca di Fitd, serve un partner strategico per il controllo della banca, privato o anche pubblico, "come in Germania, Gran Bretagna e altrove".

"Siamo sempre convinti che Carige, con le sue professionalità e la sua capillare presenza sul territorio, sia un supporto irrinunciabile per le imprese, per il commercio, l'artigianato e le famiglie", - ha spiegato l'amministratore regionale.

"Carige non è decotta, ha una liquidità importante" e "una soluzione si troverà".

Prudente anche l'AD di UBI Banca, Victor Massiah, che non ha voluto commentare una eventuale partecipazione ad un salvataggio di sistema, mentre ha confermato solo la partecipazione al bond sottoscritto dal Fondo interbancario.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE