Giro all'italiana: tappa a Masnada, maglia rosa a Conti

Rufina Vignone
Mag 17, 2019

La sesta tappa del Giro d'Italia Cassino-San Giovanni Rotondo - che ha attraversato anche i Monti Dauni, Lucera, Rignano Garganico e San Marco in Lamis - ha regalato un doppio successo ai colori azzurri. Solo la ciclamino della classifica a punti rimane sulle spalle di Ackermann. Alla fine ne viene fuori un terzo posto che rappresenta la conferma delle qualità del corridore spagnolo, con il rammarico tuttavia di essersi lasciato sfuggire una delle poche occasioni in prima persona che potrà avere in questo Giro, mentre il costaricense fa un balzo avanti in classifica ma non sembra avere le gambe per sfruttarlo.

Valerio Conti sta vivendo la giornata più bella della sua carriera: "Ancora devo realizzare quello che ho fatto - spiega il ventiseienne laziale della UAE Emirates -, è un'emozione fantastica". C'erano diversi passisti forti nel primo gruppo e sapevo che avrei dovuto fare la differenza in salita perché lo sprint non è il mio forte. Per loro ora una pausa e più avanti riprenderanno la guerra per l'assalto alla rosa. Davanti si forma un drappello di 13 corridori: all'attacco vanno Amador e Rojas della Movistar, Valerio Conti (UAE), Madouas (FDJ), Giovanni Carboni (Bardiani), Fausto Masnada (Androni), Oomen (Sunweb), Serry (Quick Step), Peters (AG2R), Nicola Bagioli (Nippo Vini Fantini), Plaza Molina (Israel), Antunes (CCC) e Nicola Conci (Trek-Segafredo). Domani si correrà la settima tappa con la corsa rosa che inizia a risalire dopo aver toccato, il punto più a sud. Da Vasto dopo 185 chilometri si arriverà a L'Aquila.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE