Aggiornamento meteo, le nuove previsioni per l'Umbria

Bruno Cirelli
Mag 15, 2019

Tuttavia, viene spiegato, con una pressione più alta della media sul Nord Est Europa cambierebbe la massa d'aria che arriverebbe dall'Atlantico.

Nelle prossime ore il vortice si sposterà verso sud-sud-est attraversando il Tirreno per portarsi, entro le prime ore di giovedì 16 Maggio, in prossimità della Sicilia. Al mattino precipitazioni deboli e sparse più probabili su Friuli, Veneto, sud-est della Lombardia, Emilia Romagna, nord delle Marche e della Sardegna. Inutile dire che ormai piove sul bagnato: è un maggio decisamente anomalo dal punto di vista meterologico e le previsioni meteo per il fine settimana non promettono nulla di buono.

Temperature: Temperature minime stazionarie, generalmente comprese attorno ai 4 e 8°C in pianura, localmente superiori attorno ai 10°C nei grandi centri urbani. Fa molto freddo, come in pieno inverno, su tutta l'Italia Adriatica: Ancona, Pescara e persino Foggia hanno registrato una temperatura massima giornaliera di appena +12°C, come se fossimo ancora a Gennaio. Per quanto riguarda invece Sud invece, dovrebbe farsi sentire l'effetto dell'aria più calda proveniente dal Nord Africa. Su queste zone, un timido avvicinamento dell'alta pressione africana, porterà non solo tempo più asciutto ma anche un netto aumento delle temperature con valori da inizio estate. In sostanza è come se stessimo vivendo una fase meteorologica di marzo-aprile e non di maggio.

Nel corso della giornata la situazione sarà invariata: avremo cieli sempre prevalentemente instabili con qualche possibile pioggia alternata a schiarite. Venti in generale attenuazione, ancora moderati su Sardegna e mari circostanti.

Puntuali rispetto alle previsioni, sono tornate le nevicate sull'Appennino e si sono verificate numerose trombe d'aria dalla Puglia alla Sicilia.

Domenica 19 maggio si replica: il maltempo insisterà soprattutto sulle regioni settentrionali dove non sono esclusi temporali e grandinate.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE