Napoli De Laurentiis: "La Juve ha avuto 75 milioni gratuitamente da SportFive"

Rufina Vignone
Mag 14, 2019

Protagonista del forum organizzato dal Corriere dello Sport, Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, offre la sua visione molto critico sullo stato di salute in cui versa il calcio italiano: "Il nostro calcio è pieno di tattica, in Champions con City-Tottenham eravamo tutti eccitatissimi - dice DeLa -. Vedremo per l'occasione uno stadio rivoltato e nella struttura voglio investire ancora, grazie al rinnovo di una Convenzione che sta per arrivare". Non bisogna dimenticarsi mai che ha avuto 75 milioni gratuitamente da SportFive per aver fatto scadere un quinquennio di un precedente accordo. "La famiglia Agnelli ha un potere particolare sulla Regione". Se pensiamo a coloro che assistono al vivo alle partite ci limitiamo ai 40.000 dell'Allianz Stadium, ai 55.000 di Napoli nei momenti migliori, o a quelli di San Siro, ma ce ne sono anche molti altri. "Io però a Malagò dico che il problema degli stadi non è principale". Non funziona permettere a qualcuno di spendere qualcosa che non può spendere - perché il Napoli, giusto dirlo, non ha debiti con le banche - perché come si fa a iniziare un campionato con i debiti? Lotti, bravissima persona, che cosa c'entrava con il mondo del calcio?

"Abbiamo lo spaccio dentro le nostre curve, cocaina". Chiediamoci quanto fatturano con il fumo là dentro. Mi scrissero contro quando presi Sarri, che invece è stata un'intuizione. Nelle curve non c'è il calcio sano ma i questori si cagano sotto di daspare certi soggetti. Questo ci permetterebbe di abbassare i prezzi dell'abbonamento, e obbligare le piattaforme a fare un prezzo più basso e non legato ad altri contenuti: se vuoi vedere il calcio ti abboni solo al calcio. Mi hanno attaccato in tutta la città quando l'ho preso. "Ora, qualche anno dopo, tutti parlano di lui".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE