La Cina annuncia dazi doganali di ritorsione contro le merci statunitensi

Paterniano Del Favero
Mag 14, 2019

Queste ultime sono considerate "in contrasto col consenso delle parti di risolvere le divergenze commerciali attraverso consultazioni, ledendo gli interessi di entrambe le parti e non soddisfacendo l'aspettativa generale della comunità internazionale". Donald Trump, in mattinata, aveva avvisato la controparte cinese: in caso di ritorsioni "sarà ancora peggio". "Ci riprenderemo decine di miliardi di dollari in tariffe dalla Cina". "Il nuovo round negoziale con la Cina sta costando caro agli agricoltori americani, con le esportazioni di soia in Cina che - sottolinea la Coldiretti - sono scese a un minimo degli ultimi 16 anni nel 2018, mentre i prezzi futures al Chicago Board of Trade hanno raggiunto i minimi degli ultimi 11 anni".

È l'allarme lanciato dalla Coldiretti sull'andamento dei mercati future al Chicago Board of Trade, punto di riferimento mondiale per il commercio agricolo, dopo l'annuncio di nuovi dazi cinesi su 60 miliardi di beni americani, tra i quali molti prodotti dell'agricoltura Usa. La Cina ha aggiunto di sperare che la parte americana torni alle consultazioni, "allo scopo di raggiungere un accordo reciprocamente vantaggioso sulla base del rispetto".

La notizia è arrivata all'indomani dell'ammissione del consigliere economico della Casa Bianca, Larry Kudlow, che in un'intervista alla Fox ha detto che a pagare il prezzo della guerra commerciale saranno le imprese americane e anche i consumatori, se le aziende dovessero scaricare sui clienti gli aumenti delle tariffe. "Ricordatevi, sono stati loro a rompere l'accordo con noi e a cercare di rinegoziarlo".

La vendetta della Cina contro i dazi di Trump manda a picco, oltre a Wall Street, anche le borse merci, con le quotazioni di tutti I principali prodotti agricoli in caduta libera, dalla soia al mais, dal grano alla carne. "Spenderemo (uguale o meglio) il denaro che la Cina potrebbe non spendere più con i nostri Grandi Patrioti Contadini (Agricoltura) che è una piccola parte del totale delle tariffe ricevute, e distribuire il cibo ai popoli che muoiono di fame nelle nazioni di tutto il mondo".

Nella notte italiana, Trump si era già fatto vivo con un altro tweet: "La Cina sta sognando che l'addormentato Joe Biden, o chiunque altro, sia eletto nel 2020".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE