Bonisoli: "Berlino restituirà il quadro rubato agli Uffizi"

Ausiliatrice Cristiano
Mag 14, 2019

La fiducia sulla possibilità che quest'evento possa realizzarsi, al titolare del Mibac, è data proprio nei giorni di inaugurazione della BiennaleArte2019 a Venezia, durante i quali Bonisoli ha incontrato l'omologa collega tedesca, che ha confermato la disponibilità della Germania a far rientrare in Italia.

"In tutti questi mesi - ha concluso Schmidt - siamo stati in contatto costante" con le autorità tedesche "e lo siamo ancora oggi e continueremo finché non sarà concluso questo rientro".

Non si è fatta attendere la reazione di Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi: "è molto importante che il governo tedesco riconosca l'appartenenza del quadro a Palazzo Pitti".

La notizia è stata salutata con soddisfazione dal direttore degli Uffizi Schmidt: "E' un passo avanti, ora lavoriamo per realizzare questo impegno", ha commentato.

Nel 1940, quando all'inizio della guerra la reggia fu evacuata, il quadro venne portato nella villa medicea di Poggio a Caiano. Da lì l'opera fu trafugata in Germania. Una richiesta di tale assurdità che recentemente, dopo l'ultima oltraggiosa offerta, la procura di Firenze ha aperto un'indagine: "il quadro infatti è già di proprietà dello Stato Italiano, e pertanto non è alienabile né acquistabile". Ne seguì la convocazione in via straordinaria di una riunione del comitato per la restituzione dei beni culturali, poi le prime indicazioni da parte del governo tedesco sul suo sostegno per una restituzione agli Uffizi quale obiettivo ultimo, emersa nella risposta del ministro per gli Esteri tedesco Michael Roth a una interrogazione del deputato De Masi. In considerazione della rilevanza del patrimonio culturale nei rispettivi Paesi. Rubato dai soldati nazisti durante la seconda guerra mondiale, il quadro di Van Huysum è attualmente nella disponibilità di una famiglia tedesca che lo ha ereditato e che non ha mai risposto ai numerosi appelli.

Anche il ministro Bonafede si esprime in merito: "Il vaso di fiori" appartiene all'Italia, dobbiamo riportarlo agli Uffizi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE