Uber in Borsa: vale 82 miliardi di dollari

Paterniano Del Favero
Mag 13, 2019

Alla fine della giornata di venerdì, Uber aveva una capitalizzazione di mercato di $ 69,7 miliardi, ben al di sotto dei $ 120 miliardi di valutazioni che i banchieri avevano suggerito nel 2018. L'Ipo più importante dell'anno, e una delle più importanti della storia, è iniziata però con numeri sotto le aspettative della vigilia.

Ha fissato il prezzo di collocamento 45 dollari ad azione rispetto alla forchetta indicata tra i 44 e 50 dollari, riuscendo a raggiungere una valutazione di 75 miliardi. A parte un rally iniziale, il titolo Lyft e' stato protagonista di un sell-off che lo ha visto scendere dal prezzo di collocamento di 72 dollari ai 55,18 dollari di ieri.

La corsa di Uber verso Wall Street si chiude con una quotazione in una giornata non ideale, quella dell'entrata in vigore dei dazi di Donald Trump nei confronti della Cina.

L'Ipo è la più grande per una società tech degli Stati Uniti da quella di Facebook, che nel 2012 aveva raccolto più di 16 miliardi, e la 14esima in assoluto. La società di ride-sharing non apre le contrattazioni con il botto, ma l'Ipo, come preannunciato dagli analisti, è la più alta del 2019 e tra le maggiori di tutti i tempi, con una raccolta di 8,1 miliardi di dollari per 180 milioni di titoli venduti. Cifre che a conti fatti non si vedevano dal 2014 - anno della quotazione del gruppo cinese - e dal 2002, se si restringe il campo alle sole società Usa. D'altronde parliamoci chiaro, se tutto andasse come dovrebbe, Jeff Bezos (il fondatore di Amazon e uno degli uomini più ricchi del mondo) che ha investito 3 milioni di dollari nel gruppo, domani mattina potrebbe svegliarsi con un patrimonio di oltre 400 milioni. Alphabet, la holding a cui fa capo Goolge, può contare su una quota da 3,2 miliardi.

Khosrowshahi è l'amministratore deelgato della svolta. Solo per fare qualche esempio.

"Il destino di Uber presto si manifesterà nei mercati finanziari" - si legge ancora nel prospetto - "Che gli investitori comprino o no dipende da come vedranno il modello di business di Uber". Almeno questa è la speranza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE