Keith Flint: il medico legale afferma che potrebbe non essersi suicidato

Ausiliatrice Cristiano
Mag 11, 2019

E' passato solo poco più di un mese da quando Keith Flint, il cantante dei Prodigy, è stato trovato privo di vita nella sua abitazione dell'Essex, in Inghilterra. Tuttavia, gli esami condotti sul sangue del frontman hanno rivelato che, prima di morire, aveva assunto un mix di cocaina, codeina e alcool. Gli investigatori hanno anche escluso che la morte di Flint sia stata causata da un incidente, ma non hanno trovato prove concrete per sostenere che Flint avesse pianificato di uccidersi e avesse agito con quello scopo.

Il suo gesto, dunque, potrebbe non essere stato volontario, bensì indotto dal consumo di queste sostanze. "Non sapremo mai cosa stesse succedendo nella sua mente", ha dichiarato la donna che ha spiegato: "Per registrare (il suicidio), avrei dovuto scoprire che, sulla bilancia delle probabilità, il signor Flint aveva concepito l'idea e intrapreso un'azione deliberata sapendo che sarebbe sfociata nella sua morte". "Potrebbe aver fatto una cavolata che è andata a finire molto male". "Per questo motivo - ha concluso - il caso è da considerarsi come morte sospetta".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE