Il sottosegretario Siri e un conto a San Marino

Bruno Cirelli
Mag 8, 2019

E' stata aperta un'inchiesta dalla Procura di Milano sul caso dell'acquisto di una palazzina a Bresso, in provincia di Milano, da parte di Armando Siri, il sottosegretario leghista indagato per una presunta mazzetta.

Secondo quanto si apprende, il fascicolo al momento è senza indaganti né titolo di reato.

Come elementi di allerta la trasmissione di Rai3 Report, lunedì sera portando alla ribalta la vicenda, ha indicato l'erogazione del mutuo da parte della banca pur senza garanzie reali e davanti alla scarsa "bancabilità" di Siri in quanto gravato da un patteggiamento per bancarotta fraudolenta, da un problema di pignoramento nel 2011 da parte dell'Inpgi, e con un reddito dichiarato di 25.000 euro nel 2017. Poi separatamente la ragazza ha firmato una procura irrevocabile al padre a vendere l'immobile a se stesso o a terzi.

LA POLEMICA TRA LEGA E 5 STELLE - Intanto continua il braccio di ferro all'interno dell'esecutivo Conte tra il Movimento 5 Stelle - che continua a chiedere le dimissioni del sottosegretario - e la Lega, che lo difende. I solai della palazzina sono acquistati invece dal padre dell'agente immobiliare, Marco Luca Perini, presidente dell'associazione Spazio Pin, che gestisce i corsi di formazione della Lega, oltre a essere attiva nel campo dei corsi di meditazione, ipnosi e massaggio.

Parole a cui aveva replicato il leader del Carroccio Matteo Salvini, disposto a cedere, solo nel caso di un rinvio a giudizio del politico genovese. "I fondi sono frutto di un regolare mutuo erogato nel pieno rispetto di tutte le norme bancarie", ha, infine, Siri promettendo che "anche i dettagli di questa operazione saranno spontaneamente forniti all'autorità giudiziaria qualora ritenuti di interesse". Il sottosegretario Armando Siri avrebbe acquistato per la figlia una palazzina a Bresso, con 585mila euro provenienti da un mutuo acceso presso una banca di San Marino.

Una sospetta operazione di riciclaggio. L'acquisto è avvenuto con una procedura regolare e trasparente nel rispetto di tutte le norme vigenti comprese quelle anti riciclaggio.

Un'accusa che però Siri respinge sostenendo l'assoluta correttezza dell'acquisto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE