Scie chimiche, Romina Power rilancia le teorie complottiste

Ausiliatrice Cristiano
Mag 4, 2019

La prima volta in cui Romina Power aveva parlato apertamente della sua posizione sulla vicenda delle scie chimiche, era stato il 1° novembre del 2015 quando, ospite di Massimo Giletti, aveva detto che si trattava di un enorme problema per tutto il mondo, alle prese con un avvelenamento volontario. "Poveri noi quando ne sentiremo gli effetti", ha scritto in un post su Instagram che ha racimolato 1.586 like.

Secondo la teoria delle "scie chimiche", che trova largo spazio in rete, alcuni aerei rilascerebbero delle sostanze chimiche al loro passaggio con lo scopo di provocare cambiamenti climatici o avvelenare l'aria.

Chi sposa questa visione complottista cerca di avvalorarla con le foto delle famose scie bianche rilasciate dagli aerei in volo frutto della condensazione e solidificazione del vapore acqueo.

Nel secondo contributo sui social dell'ex moglie di Al Bano Carrisi, poi, mostra un'altra immagine, stavolta più chiara e con un commento ben più allarmato: "Povera California".

Seppelliamo amici e familiari, ma niente fermerà la nostra libertà - il testo continua così - Non vogliamo più che vinca la paura.

Romina Power è tornata sul complotto delle scie chimiche, tema che le sta particolarmente a cuore. "Il mondo va guarito insieme per poter in pace vivere...". Mi occupo di news, pop, sport e tv.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE