Ryanair introduce il "supplemento neonato": scoppia la polemica

Paterniano Del Favero
Aprile 22, 2019

Per quanto riguarda la policy bagagli, invece, si attende nei prossimi mesi il responso definitivo dell'Antitrust che ha già imposto una multa di 3 milioni di euro a Ryanair, sospesa nel frattempo dal Tar del Lazio.

Sui voli Ryanair spunta a sorpresa la sovrattassa bebè da 25 euro.

"La disperata corsa al guadagno di Ryanair - precisa l'associazione consumatori in una nota - sembra non avere limiti". Ma tra i cambiamenti messi in preventivo dalla compagnia irlandese evidentemente c'è anche questo, considerato che, fino ad oggi, i bambini fino a 12 mesi potevano viaggiare gratis, pur senza diritto al posto a sedere e con l'obbligo di stare in braccio al genitore, legati con un'apposita cintura. Per i bimbi "under 2" più grandicelli, la tariffa forfettaria era di circa 20 euro a tratta. "Il cliente si trova a pagare di più senza avere dei servizi aggiuntivi".

"È inoltre importante segnalare che nella fase di selezione del numero e della tipologia dei viaggiatori (adulti, ragazzi, bambini o neonati) l'applicazione del sovrapprezzo per il bebè non viene chiaramente evidenziata", evidenzia Federconsumatori. I 25 euro a tratta vengono automaticamente inclusi nel prezzo del biglietto e l'acquirente li ritrova nel conto finale solo nell'ultima fase della prenotazione. Una scelta ancora una volta imposta in modo poco trasparente.

Il supplemento è indicato nel documento nella sezione "termini e condizioni" di viaggio della compagnia low-cost. Nell'allegata tabella dei "supplementi facoltativi" ci sono i 25 euro "Per neonato, per tratta (per bambini di età inferiore ai 2 anni sia per il viaggio di andata che di ritorno)".

Il sistema calcolerà da solo quale poltrona sarà destinata al bambino legato al primo passeggero adulto, mostrando il totale della spesa di 25 euro come supplemento. Una somma che si paga sia che si prenoti attraverso il sito, sia aggiungendo il servizio, dopo la prenotazione, direttamente in aeroporto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE