Moggi: "Juventus e Napoli sono nel mio cuore, ma con ADL…"

Rufina Vignone
Aprile 19, 2019

Dopo la cocente eliminazione dalla Champions da parte della Juventus, oggi tocca al Napoli conoscere il verdetto del suo cammino in Europa League. Conosco bene la Premier e l'Arsenal: è una squadra un po' strana, fuori casa gioca diversamente, però è in forma.

Sicuramente a questo Napoli mancano Maradona e Moggi. Tecnicamente il Napoli è pregevole, ma il carattere è un'altra cosa. Portavo i giocatori alle giuste condizioni psichiche per affrontare questo tipo di incontri, devono avere il carattere di chi vuole vincere. L'annata, per ora, non è stata positiva, anzi.

Luciano Moggi, ds del Napoli che nel 1989 ribaltò il 2-0 alla Juventus riuscendo a passare il turno nei supplementari al San Paolo imponendosi 3-0, parla a radio Crc nel giorno di Napoli-Arsenal, in cui gli azzurri di Ancelotti sono chiamati a ribaltare il 2-0 di Londra: "Ricordo che dopo la sconfitta per 2-0 di Torino ci prendevano in giro, ma a Napoli riuscimmo a sistemare la pratica". Cerco chi mi cerca, e Da Laurentiis non mi ha mai cercato. "Mi viene da ridere, parlare di fallimento è una cosa comica".

Su Juventus-Ajax: "L'Ajax è stato semplicemente più forte della Juve". I primi 15 minuti i ragazzi olandesi avevano paura, poi hanno realizzato di poter fare la partita ed hanno vinto meritatamente.

Grave che non si trovi più la coppa Uefa, miglior trofeo internazionale che il Napoli possa vantare; spero che ci siano quelli del campionato. "La coppa Uefa fu incredibile, fu un'altalena elettrizzante che dimostrò il valore del Napoli".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE