Moscovici: "Italia fonte di incertezza per tutta l’eurozona"

Paterniano Del Favero
Aprile 15, 2019

ITALIA SIA CREDIBILE - Insomma, non proprio un cartellino rosso ma poco ci manca. L'ha detto, parlando con Sky tg24 a margine dei lavori del Fmi, il commissario Ue per gli affari economici e monetari Pierre Moscovici.

MOSCOVICI BACCHETTA (ANCORA) - "L'Italia sta soffrendo una situazione di stagnazione se non di recessione". Per questo servono, come sostenuto anche da Pierre Moscovici, "cambiamenti strutturali: investimenti in nuove tecnologie e in capitale umano" e occorre tenere "sotto controllo" il debito pubblico. Misure per la crescita. "L'Italia deve essere credibile e rispettare gli impegni presi, specialmente per quel che riguarda il deficit strutturale", ha detto. Nel mirino del commissario francese è finito anche il Def, approvato mercoledì dal governo.

Moscovici e ha rivolto un severo monito al nostro paese: "Chiedo all'Italia credibilità". Secondo Dombrovskis, questa fase di crisi dell'Italia, la peggiore tra tutti i Paesi Ue, è da attribuire all'Esecutivo Conte che ha deciso di inserire un aumento del deficit nella legge di bilancio del 2019. "È una questione di sostenibilità". "È stato un incontro eccellente e produttivo - ha dichiarato - abbiamo parlato di tante cose, abbiamo parlato dell'economia italiana, dei nostri rapporti commerciali e dei temi del G7". Tutto, a ogni modo, si giocherà a maggio: "Analizzeremo il documento e alla fine faremo tutte le valutazioni ma in base ai nostri conti". Non ha chiarito se la commissione intende prendere dei provvedimenti sulla crescita italiana, magari chiedendo una manovra correttiva, ma ha specificato che la decisione dell'Europa arriverà il 7 maggio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE