Mps a tutto gas a Piazza Affari, Morelli: Cda valuta ipotesi aggregazioni

Paterniano Del Favero
Aprile 14, 2019

La Banca ha chiuso il bilancio d'esercizio con la rilevazione di una perdita netta pari ad Euro 111.921.614. Lo ha detto Marco Morelli, amministratore delegato di Banca Mps, intervenendo all'assemblea degli azionisti dell'istituto di credito di Siena in risposta ad una serie di domande dei soci sulla posizione del governo giallo-verde sull'attuale vertice dell'istituto di credito, di cui il ministero del Tesoro detiene il 68,2% del capitale. La presidente Stefania Bariatti ha segnalato che delle circa 31mila opere d'arte possedute da Mps, con un valore di bilancio di 121 milioni, la quasi totalità è soggetta a vincoli: ciò vuol dire che non scatterà l'obbligo di cessione per le opere d'arte previsto dal piano di ristrutturazione imposto dalla Commissione europea per dare il via libera all'intervento pubblico. "Noi - ha aggiunto - ci diamo priorità operative per essere focalizzati sulle cose che possiamo fare".

In una lettera indirizzata al ministro dell'Economia, Bivona per conto di Bluebell Partners ha scritto che chiederà agli azionisti di votare a favore di un'azione di responsabilità contro i cinque componenti del Cda per non aver accantonato fondi a sufficienza per rischi legali nel bilancio in corso di approvazione. "Ognuno di voi, gli azionisti, chiunque essi siano, può valutare se quello che abbiamo fatto risponde a una serie di aspettative".

Mps ha iniziato già "lo scorso settembre" le riflessioni strategiche che includono anche possibili aggregazioni. Oggi è una Banca diversa rispetto a quella che avevamo conosciuto fino a metà del 2017.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE