Usa: bimbi morti, Fisher-Price richiama milioni di culle

Barsaba Taglieri
Aprile 13, 2019

Il provvedimento riguarda il modello Rock 'n Play Sleeper, che non sarà più disponibile.

Roma - Milioni di culle Fisher-Price sono state "richiamate" dopo decine di morti di bambini. Lo ha annunciato la Consumer Product Safety Commission (CPSC) degli Stati Uniti.

Almeno 32 neonati sono morti nelle culle del fabbricante di giocattoli dal 2009, ha sottolineato un Report dei consumatori. La Mattel, proprietaria del marchio Fisher-Price, ha rivendicato la sicurezza del suo prodotto affermando che tutti i decessi si sono verificati in casi in cui i genitori non hanno assicurato i bebè al seggiolino con le cinture di sicurezza come indicato nel manuale di istruzioni. "Mentre continuiamo a salvaguardare la sicurezza di tutti i nostri prodotti dati gli incidenti segnalati in cui il prodotto è stato utilizzato in modo contrario alle avvertenze e alle istruzioni di sicurezza, abbiamo deciso in collaborazione con la Consumer Product Safety Commission (Cpsc) che questo richiamo volontario è la migliore linea d'azione", ha comunicato l'azienda.

Martedì scorso l'American Academy of Pediatrics aveva chiesto che il prodotto venisse ritirato dal mercato. Il sistema, secondo i medici, non prevede un'adeguata messa in sicurezza dei piccoli, così può accadere che nel sonno si girino e non riescano più a tornare nella posizione di sicurezza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE