Mattarella in Giordania, il Presidente visita il campo profughi di Za’Atari

Bruno Cirelli
Aprile 13, 2019

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per tre giorni in Giordania, ha dedicato la prima tappa della sua visita alla situazione dei profughi.

"La Giordania riceve l'ammirazione dell'Italia per l'accoglienza generosa nei confronti dei profughi siriani e anche di altre nazionalità sull'esperienza già fatta negli ultimi decenni". "Questo rientra nel ruolo del Regno hascemita che è un punto di serenità, di solidarietà e di riferimento fondamentale nel Medioriente", ha proseguito Mattarella, ribadendo "l'impegno dell'Italia a continuare nel sostegno e nella solidarietà con la Giordania, con la speranza di poter intensificare il suo aiuto". Il Presidente Mattarella è accompagnato dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Enzo Moavero Milanesi. Poi, il rientro in Italia in giornata. "E' l'esempio di come va gestito un campo profughi".

"Voi - ha detto ancora il capo dello Stato ai ragazzi - avete cantato tutti insieme, questo è un messaggio di pace e aiuto reciproco per le persone, un messaggio di pace per il mondo".

"Condividiamo una quantità di obiettivi e di criteri di valutazione, abbiamo l'obiettivo che l'area del Mediterraneo sia un'area di dialogo, di pace, di collaborazione, di sviluppo economico e sociale e questo si può fare soltanto attraverso il dialogo nella linea che qui in Medio Oriente lei impersona e la Giordania sviluppa".

Segnali dal Medio Oriente che giungono flebili alle orecchie di un'Europa incamminata su tutt'altro sentiero. La nostra collaborazione è intensa. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

"Sono lieto - ha concluso Mattarella - di darle notizia, Maestà, che l'Italia ha disposto un ulteriore contributo di 2 milioni di euro, suddiviso, nel campo di Za'atari, per il progetto 'UN women' e per il progetto realizzato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel settore della salute mentale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE