Inter, Spalletti: "Pinamonti ha qualità. Può diventare molto forte"

Rufina Vignone
Aprile 13, 2019

"Ha tutte le qualità per fare bene". "Lautaro sta bene e può giocare dal 1'", sottolinea il tecnico dell'Inter alla viglia della sfida contro i ciociari.

" Caratteristiche diverse? Quando si è top player si trova sempre la soluzione, giocando insieme con ogni caratteristica". Ma tutti e due sanno fare determinate cose, cercare il pelo nell'uovo. Ha fatto gli ultimi allenamenti con intensità con la squadra.

Cosa teme della partita di domani? La squadra è in salute, altrimenti non vai a vincere a Firenze. Hanno entusiasmo e convinzione nei loro mezzi, sono nelle condizioni di fare risultato contro chiunque. "Se poi ci si aggiunge il fattore campo si fa la somma delle difficoltà che andremo ad incontrare". Vi dico semplicemente cosa ha fatto per me: "mi ha preso sotto la sua custodia, mi ha dato tanti consigli e mi ha aiutato". "C'è da vedere attentamente le performance e le condizioni generali della squadra e sono tante le posizioni a cui dover stare attenti".

" Cosa mi farà scegliere tra Lautaro e Icardi?".

La strada è tracciata ma, per far sì che non diventi in salita, occorre tornare da Frosinone con i tre punti.

In questi giorni ha avuto modo di incontrarsi con la società e pianificare già la prossima stagione? "Siamo in sintonia per quello che deve essere fatto da qui alla fine, il resto viene di conseguenza". Poi si vedrà. Non c'è possibilità alcuna di trascurare nulla, anche perché poi non lo recuperi più. Entrambe le squadre hanno a disposizione un risultato importante per quel che riguarda il proprio futuro. Ho reso merito alla serietà e professionalità dei calciatori, che è quello che fa la differenza. Per me vedere una firma come Mirko Graziano trattare un argomento così delicato è una garanzia. "Le sue attenzioni devono andare in questa direzione, se vuole avere a cuore qualcosa è l'Inter, non me". Bravo, Marco. Pinamonti? Può arrivare ad essere un calciatore forte per questo campionato. Non importa con chi in attacco perché "Lautaro e Icardi sono abbastanza simili, non cambia molto".

Considerando lo scontro diretto tra Milan e Lazio, questa può essere una giornata fondamentale? Il peso della prestazione è più importante, il carattere, la voglia di fare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE