Sì al taglio delle pensioni d’oro dei dipendenti della Camera

Paterniano Del Favero
Aprile 11, 2019

Che spiega: "Abbiamo votato poco fa in Ufficio di presidenza il taglio di tutte le pensioni erogate da Montecitorio sopra i 100mila euro per un risparmio di 20 milioni all'anno".

L'annuncio di Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati, arriva su Facebook. "Siamo riusciti a fare un taglio, sulle pensioni superiori ai 100.000 euro erogate per il personale".

Nello specifico il taglio delle pensioni per i dipendenti e gli ex dipendenti "sarà del 15% per chi percepisce fra 100 e 130mila euro annui, del 25% per chi prende dai 130 ai 200mila, del 30% fra i 200 e i 350mila, del 35% fra i 350 e i 500mila e del 40% per chi ha una pensione superiore al mezzo milione di euro all'anno. Il taglio sarà applicato per cinque anni e determinerà un risparmio di 20 milioni all'anno, che sommati ai vitalizi danno un risparmio di 60 milioni all'anno attuato alla Camera". Secondo Fico il taglio rinsalda "il rapporto tra Istituzioni e cittadini: ferite aperte che stiamo provando a rimarginare". Cercheremo di andare avanti. L'ufficio di presidenza è il ristretto organismo composto dal presidente, dai quattro vicepresidenti, da tre deputati Questori e almeno otto deputati Segretari che, tra le proprie competenze, ha anche quella relativa allo stato giuridico ed economico dei dipendenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE