Alitalia: la compagnia pronta per la continuità territoriale senza compensazione

Paterniano Del Favero
Aprile 11, 2019

"La decisione di non operare i collegamenti in continuità territoriale su Olbia, tra l'altro così a ridosso della data di avvio dei voli (17 aprile, ndr), comporterebbe conseguenze economiche peggiori rispetto al volare da e per Olbia senza compensazione", fa notare Alitalia in una nota in cui spiega la decisione di volare su Olbia senza le compensazioni economiche previste dal bando sulla continuità territoriale aerea da e per la Sardegna, già assegnato in via provvisoria alla stessa compagnia aerea dallo scorso gennaio, quando ha cominciato a vendere i biglietti. Bisogna subito definire l'attuale modello, senza subire diktat dall'Unione europea e senza compagnie low cost che vogliono speculare sulla nostra insularità: "le due compagnie aeree attualmente impegnate con le offerte sui voli in continuità trovino immediatamente, attraverso la regia della Regione Sardegna e del ministero dei Trasporti, la sintesi per non creare ulteriori danni alla nostra Isola".

La decisione di Alitalia di volare su Olbia senza compensazione, ovvero senza soldi pubblici, ha confuso nuovamente la situazione. E in attesa della verifica della Regione sui requisiti della propria proposta, sollecita un tavolo tecnico con la stessa Regione e Air Italy. Air Italy ha accettato di operare le due rotte senza compensazione, prevedendo un onere finanziario significativo per l'azienda al fine di proteggere il proprio personale e l'investimento realizzato in Sardegna negli ultimi 50 anni.

Alitalia ribadisce quanto replicato già ad Air Italy, ricordando che "la procedura di amministrazione straordinaria è regolamentata da leggi chiare che Alitalia ha sempre puntualmente rispettato". Non solo. Ha già avviato contatti con gli operatori turistici sardi per promuovere la destinazione gallurese.

"A partire da oggi, quindi, la Compagnia effettuerà un'urgente valutazione dell'impatto della decisione di Alitalia sull'operatività delle due rotte verso Olbia e farà altresì un'immediata verifica delle possibili opzioni in grado di proteggere il proprio personale di Olbia", conclude il vettore.

Le segreterie provinciali della Gallura di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo sono preoccupate per quella che definiscono la "guerra tra Alitalia ed Air Italy" per i voli fra Olbia e gli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE