Inter, il ritorno di Icardi a San Siro spacca i tifosi

Rufina Vignone
Aprile 7, 2019

No, la Curva Nord dell'Inter non fa dietrofront. Alla lettura delle formazioni, al contrario, qualche fischio per l'ex capitano si è sentito, così come per mister Spalletti. Una cifra a dir poco ridicola, pensando ad un giocatore che ha come clausola rescissoria una cifra a difenderlo di 110 milioni di euro.

Proprio il Toro sarà l'ago della bilancia delle scelte del tecnico: il connazionale di Maurito si è comportato alla perfezione durante la 'quarantena' di Icardi non solo mettendosi a disposizione di allenatore e compagni ma anche facendosi trovare pronto. La dirigenza, invece, ha già deciso e quindi la prossima estate si lavorerà per una cessione che garantisca o denaro oppure una contropartita tecnica utile per rafforzare la squadra. Abbiamo manifestato il nostro pensiero sia martedì alla Pinetina che il giorno successivo in trasferta a Genova.

Non c'è alcuna rivalità, ma una sana amicizia dentro e fuori il campo, entrambi "tifosi del Racing" e soprattutto in rampa di lancio con i colori della nazionale albiceleste: "Voglio sempre fare di più e so che sto affrontando una grande opportunità professionale". Durante le partite continueremo ad esprimerlo con i metodi e i modi che riterremo più opportuni in base a quello che siamo e ai frangenti. Allo stadio andiamo per tifare l'Inter, per condurla alla Vittoria. Forse chi si aspetta 90 minuti di cori contro verrà deluso Ma non si confonda il bene dellInternazionale con lipocrisia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE