Hayabusa2 riesce a colpire l'asteroide Ryugu rimanendo intatto

Geronimo Vena
Aprile 7, 2019

L'ordigno è stato programmato per esplodere entro quaranta minuti dal rilascio dalla navicella, che chiaramente si è allontanata dall'area per evitare danneggiamenti dai detriti.

Quest'ultima ha lasciato cadere una piccola scatola esplosiva la quale, dopo la detonazione, ha lanciato una piccola palla di rame sulla superficie dell'asteroide. Hayabusa 2 ha liberato il dispositivo chiamato Small Carry-on Impactor (SCI) a circa 500 metri di altezza assieme a un'altra piccola sonda chiamata DCAM3, che ha lo scopo di riprendere il punto di impatto, l'esplosione e il risultante cratere.

La speranza è che l'impatto esponga parte della struttura sottostante dell'asteroide per consentire alla sonda Hayabusa2 di osservare e campionare i materiali da vicino. "Questo è il primo esperimento al mondo di collisione con un asteroide!" Lo scorso febbraio, la nave ha sparato un proiettile sulla sua superficie per provocare la separazione di frammenti di rocce che successivamente sono stati raccolti in un contenitore speciale, un'operazione che è stata registrata dalle telecamere installate. "In futuro, esamineremo il cratere che si è formato e il modo in cui i detriti si sono diffusi nello spazio", ha riportato l'Agenzia spaziale giapponese JAXA su Twitter. Si tratta di una missione molto importante anche per l'Italia, perché la sonda è dotata di una bussola stellare, il sensore Star Tracker, prodotto da Leonardo a Campi Bisenzio, a Firenze. Questa è la prima volta che viene bombardato un asteroide. Raccoglierà poi campioni del sottosuolo non esposti alle radiazioni solari, ai raggi cosmici e agli sbalzi estremi di temperatura. Poiché Ryugu risale a circa 4 miliardi di anni fa, al suo interno sono custoditi i materiali organici legati alla nascita del Sistema solare, il principale oggetto di studio della missione.

Nelle prossime settimane la sonda dovrà prelevare un campione di detriti dal cratere con un braccio robotico e rientrare a Terra nel 2020 con il suo carico prezioso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE