World Backup Day, 65% utenti nel mondo perde dati

Geronimo Vena
Aprile 2, 2019

Un irrilevante 2% sostiene di non avere informazioni importanti salvate sui dispositivi che utilizzano quotidianamente. Il 7% degli utenti tuttora non usa nessun sistema per proteggere i propri dati.

Che cosa accadrebbe se tutto ad un tratto il tuo computer smettesse di funzionare?

Quindi non ci resta che augurare ... buon backup a tutti!

Da quando poi abbiamo lo smartphone in tasca appare ancora più evidente come gran parte, se non la totalità della nostra vita si trovi ormai archiviata in server o hard disk. Man mano che i Giga delle memorie aumentano, aumenta anche il rischio di cancellare le nostre identità elettroniche in un colpo solo.

Smarrire il proprio telefono oppure perdere i dati accumulati nel tempo, oggigiorno è un enorme problema, soprattutto perché facciamo molto affidamento ai nostri amati device.

I nostri telefoni, ma anche i tablet e PC, oramai fanno parte della nostra vita e ci sono fondamentali quasi al pari di un amico. È però anche consigliabile attivare la voce di "backup automatico" su WhatsApp (nelle impostazioni seguendo il percorso "Chat", "Backup delle chat", "Backup su Google Drive", "Giornaliero o Settimanale" e "Backup tramite" impostato su "Solo Wi-Fi" - in questo modo il backup viene fatto solo quando siamo sotto una connessione Wifi in modo da non consumare la connessione dati), per avere sempre una copia il più possibile recenti delle nostre chat. Con il backup si può reinstallare l'infrastruttura e ripristinare i dati ignorando la richiesta di riscatto. Grazie a costi basati su op-ex, il modello 'x as a service' consente alle aziende di pagare i servizi in base a come li utilizzano, piuttosto che fare investimenti di capitale restrittivi che non sempre hanno un ROI adeguato. Per evitare di correre rischi bastano pochi passi. Esso deve essere effettuato periodicamente, in modo tale da averlo sempre aggiornato. Infatti, una volta sola non è sufficiente a garantire una protezione efficace. Se si è consapevoli dell'importanza dei propri dati, l'utilizzo di soluzioni di backup dovrebbe essere una consuetudine. Veeam Availability Suite fornisce una soluzione olistica per il backup e la replica su cloud e disaster recovery, assicurando la disponibilità per tutti i workloads - virtuali, fisici e in cloud - da un'unica console di gestione. Data l'esplosione del mercato globale del cloud computing, che si stima possa raggiungere i 623,3 miliardi di dollari entro il 2023 con un CAGR del 18% su un periodo quinquennale, questa crescita del cloud backup non sorprende. Molti dispositivi permettono di farlo automaticamente con cadenza giornaliera o settimanale. Queste le realtà che emergono dal sondaggio condotto dalla società tecnologica Acronis. Ottimi sono anche AOMEI Backuper e Easus Backup che al contrario sono gratuiti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE