Napoli, Milik: "Il miglior Arkadiusz non l'avete ancora visto. Voglio restare qui"

Rufina Vignone
Marzo 31, 2019

LA SFIDA - Domenica, si ritroverà di fronte Dzeko che non attraversa un buon momento di forma. "Ho fatto tanti gol, sono molto soddisfatto per tutto quello che abbiamo fatto", ha osservato l'attaccante polacco che non si ritiene ancora al massimo della condizione. Sono felice di questa mia annata - rivela-, sto giocando con continuità. Non si è ancora visto il 100% di Milik, so che posso crescere ancora tanto e voglio aiutare la squadra, serve un po' di tempo e spero di fare ancora meglio l'anno prossimo. "Ci sono tante cose che vogliamo raggiungere".

"Direi quello su punizione contro la Lazio - sorride - i miei modelli? Ripeto, voglio crescere ancora tanto". Sul suo rapporto con Ancelotti, ha aggiunto: "È ottimo, stiamo parlando di un grande allenatore e una grande persona". Poi Milik ha reagito, tanto da confermarsi come uno dei pilastri del Napoli di Ancelotti. "Non mi piace guardare gli altri giocatori, mi piace concentrarmi su di me. A inizio stagione era infortunato, ma sa tenere i palloni, sa far salire la squadra e sa fare tanti gol".

Sull'Europa League: "Per vincere bisogna affrontare tutte le squadre, anche quelle forti come l'Arsenal".

"Qualora dovessimo passare il turno, saremmo più vicini alla finale".

"L'Ajax è squadra importante, che sa giocare un calcio offensivo e che ha giocatori forti come de Jong, che andrà al Barcellona. Sarà difficile soprattutto ad Amsterdam, dove l'Ajax cercherà di creare tantissime palle gol". Insigen capitano? I giornalisti alle volte traducono male dal polacco. Posso dire che questo è il primo anno vero al Napoli, senza infortuni, con continuità. "Sottolineavo soltanto il fatto che ci siano tanti in questa squadra che hanno i valori giusti per fare il capitano". Sì, voglio restare. Ho altri due anni di contratto e vediamo che succede.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE