Cagliari, Giulini: "Se batto la Juve faccio la processione di Sant’Efisio"

Rufina Vignone
Marzo 24, 2019

CENTROCAMPISTI - Parole al miele per i compagni di reparto Jorginho e Verratti: "Giocare con Jorginho e Verratti, oppure chiunque sia, è solo un vantaggio". "Sono voci che fanno piacere, confermano che stai facendo bene, ma finora non ho mai parlato di mercato con la società - ha precisato il centrocampista classe '97 - anche perché ho preso a suo tempo un impegno, restare fino a giugno e salvare il Cagliari. È un bel complimento, per me è uno dei tre centrocampisti più forti della Serie A. Siamo anche amici, sarà contento anche lui di questo accostamento". Aiutare la squadra con i gol è qualcosa che mi manca, l'anno scorso ne ho fatti 7, quest'anno 1, devo migliorare in quello. "In Nazionale ci sono giocatori con più esperienza, che sanno darmi una mano e che mi permettono di esprimermi al meglio". Lui ha più forza fisica, io sono più rapido nel breve. "E' banale perché lo dicono tutti, ma mi viene in mente Nainggolan anche se Nicolò è più tecnico di Radja". Sono dei grandi campioni, che mi danno una mano. Poi, sull'atmosfera nello spogliatoio: "Posso dire come è ora".

Tra 10 giorni ci sarà Cagliari-Juventus.

Infine, un pensiero ai prossimi avversari degli Azzurri nella strada verso Euro2020.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE