Ethiopian Airlines, prima della caduta l’aereo andava troppo veloce

Bruno Cirelli
Marzo 22, 2019

L'aereo dell'Ethiopian Airlines, caduto ad Addis Abeba il 10 marzo con 157 persone a bordo, "andava a un'inusuale alta velocità dopo il decollo", quando "il pilota ha riferito di avere problemi e chiesto il permesso di prendere quota rapidamente". A riferirlo a Reuters è una fonte anonima che ha ascoltato la registrazione del controllo del traffico aereo. Il tutto mentre dalla prima analisi delle scatole nere del Boeing emergono "evidenti analogie con lo schianto del volo della Lion Air" del 29 ottobre scorso in Indonesia, come riferisce il ministero dei Trasporti etiope. Il velivolo è scomparso dal radar a 3.291 metri. "Il pilota - spiega la fonte - ha detto che aveva un problema nel controllare l'aereo, ecco perché voleva salire".

Gli esperti, spiega la Reuters, dicono che di solito i piloti chiedono di prendere quota quando incontrano problemi in modo da guadagnare margine di manovra. Si tratta di un documento che è stato consegnato, a condizione di anonimato, a un'agenzia di stampa francese da un parente delle vittime.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE